Dugi Otok
IN QUESTA SEZIONE

Dugi Otok

Chi cercasse un paradiso naturale in Croazia lontano dai grandi flussi turistici persino durante l’estate, lo troverà in Dugi Otok: lunga 43 km e larga poco più di 4, l’isola è perfetta per gli amanti della natura, del relax, delle immersioni e delle gite in barca. Il suo paesaggio è estremamente vario: a nord si alternano vigneti, frutteti e pascoli, nel mezzo si trovano affascinanti colline carsiche e a sud si ergono scogliere limate dal vento di mare.

COME ARRIVARE

In traghetto la tratta di riferimento è Ancona Zadar, bisogna poi prendere il traghetto locale da Zadar a Brbinj se si viaggia con auto al seguito.

In alternativa c'è anche un catamarano che collega Zadar a Bozava ma non imbarca veicoli.


Da Trieste in auto si devono percorrere 362 km fino a Zadar, quindi prendere il traghetto locale Zadar Brbinj.

DOVE DORMIRE

Gli hotel che ti consigliamo a Dugi Otok li trovi qui. Per un soggiorno in appartamento prova a controllare tra le case private disponibili sull'isola

COSA VEDERE

Sali, la città principale, ha una bella chiesa quattrocentesca con dipinti rinascimentali di un certo pregio, ma è indubbio che il fascino del luogo risieda nel suo aspetto naturale. Le baie, le pinete, le rocce carsiche si alternano aprendo squarci di paesaggio impressionanti: a sud-est si trova la Baia di Telašćica, uno degli spettacoli più belli di Croazia con i suoi 8200 metri di lunghezza e le varie isolette che la punteggiano, alcune a loro volta con le proprie baie e, appena più in là, il grandioso arcipelago delle Kornati. La Baia è oggi diventata un Parco Naturale protetto.

Il piccolo villaggio di Božava è l’ideale per gli amanti del più completo relax e sembra davvero uscito da un’altra epoca… qui non c’è che da fare il bagno nel vero mare di Croazia, immergersi, passeggiare tra le pinete e osservare le barche nel porticciolo.

DOVE MANGIARE

A Božava ci sono ristoranti pressoché equivalenti sul lungomare. A Sali, ottima è la cucina della pensione Roko, ma forse il miglior ristorante è il Tamaris.

COSA FARE

Le immersioni sono molto praticate e si trovano anche zone adatte ai principianti, con grotte non troppo profonde. Un altro must dell’isola sono le escursioni in barca, con solo l’imbarazzo della scelta tra le numerosissime isole che fronteggiano la costa. Naturalmente, è d’obbligo una visita approfondita all’arcipelago delle Kornati.

Nell’estremo ovest dell’isola, un altro luogo da visitare è il lago salato di Mir, dall’acqua calda e limpida e dai fanghi curativi, mentre per godere appieno del paesaggio fatevi un giro sulla strada panoramica che percorre la Baia di Sakarun.

Per chi ama le feste, all’inizio di agosto Sali ospita il Saljske užance Festival, con musiche e danze tradizionali e giochi di vario genere, oltre che una suggestiva processione di barche a lume di candela.

LE SPIAGGE

La più grande ricchezza di Dugi otok è certamente rappresentata dalle sue spiagge e dalle sue insenature. Ovunque vi bagnerete sull'isola, ad aspettarvi ci sarà un mare blu e trasparente pronto a stupirvi per la sua la sua bellezza. Insenature nascoste e spiaggette rappresentano una sfida per gli esploratori ma anche per tutti coloro che sono alla ricerca di pace e intimità.

Tra tutte le spiagge, Sakarun merita una particolare menzione. E' una delle più grandi spiagge di sabbia della Croazia e vi stupirà per il suo mare cristallino e la sua sabbia bianca.

La baia di Sakarun, è famosa anche per essere porto sicuro per tutti i natanti alla ricerca di riparo e protezione dal mare e del vento.

MAPPA DI DUGI OTOK

Sei pronto a partire per Dugi Otok alla scoperta della Croazia?

Consulta le tratte dei nostri traghetti per prenotare la tua prossima avventura in Adriatico. Utilizza il nostro modulo di prenotazione!