Parco Naturale Lonjsko Polje
IN QUESTA SEZIONE

Parco Naturale Lonjsko Polje

Il Lonjsko polje, però, non rappresenta un’attrattiva solo per le sue qualità ambientali e faunistiche, ma soprattutto per l’affascinante relazione tra presenza dell’uomo e natura che rende il viaggio in questa parte della Croazia davvero particolare: gli abitanti della regione vanno particolarmente fieri delle loro tradizioni e molti dei loro villaggi sono internazionalmente riconosciuti tra i più tipici e ben conservati d’Europa. La vita, qui, si è svolta per secoli in perfetta armonia con una natura non facile ma morbida e accogliente, e gli uomini hanno imparato a convivere pacificamente con tutte le specie animali della zona, prima fra tutte la cicogna bianca.

Simbolo di questo rapporto è il villaggio di Čigoč: una settantina di case, circa 120 abitanti e 200 cicogne che qui nidificano e vivono tranquillamente fianco a fianco con l’essere umano. Il villaggio, particolarmente ameno e bucolico, è stato dichiarato nel 1994 il primo villaggio europeo della cicogna bianca ed oggi ospita numerose gite per studenti con corsi sull’animale e itinerari didattici.

L’amore per la tradizione è rappresentato anche dalle collezioni etnografiche che si possono trovare in alcune case del paese, come quella della famiglia Sučićcon, circa 400 oggetti di vita quotidiana tra Ottocento e Novecento, o quella, a Mužilovčica, della famiglia Ravlić, con arredi e suppellettili splendidamente conservati.

Un altro aspetto della profonda simbiosi tra uomo e natura circostante e del conseguente amore per la tradizione è ammirabile a Krapje, altro villaggio dal grande fascino, riconosciuto tra i meglio conservati del continente e che colpisce per l’architettura tipica della Posavina, con case e negozi in assi quercia e coperture singolari, tutto perfettamente preservato. La sensazione è quella di trovarsi immersi in un mondo fiabesco, con contadini in case senza tempo che seguono i polli nell’aia, sono circondati da cicogne bianche mentre poco distante scorazzano cavalli di Posavlje e maiali selvatici.

Alla natura ed alla presenza di numerosi animali come cinghiali e volpi, oltre che naturalmente cicogne, quindi, si aggiunge il fascino di queste genti, particolarmente ospitali e felici di mostrare ai visitatori le proprie antiche usanze.

Nella parte meridionale è possibile visitare anche il simbolo di uno dei periodi più neri della regione: un parco commemorativo edificato in maniera semplice ed austera là dove si trovava un noto campo di concentramento ai tempi della guerra, nella cittadina di Jasenovac. Al centro del parco si trova una scultura del serbo Bogdan Bogdanović, tra le sue opere più simboliche e ricche di suggestione.

Le escursioni attraverso il Lonjsko Polje sono incantevoli e la zona con i suoi bucolici villaggi merita senza dubbio una sosta. E’ bene però ricordare che gli abitanti, nonostante la sempre maggiore affluenza turistica, hanno mantenuto i propri standard di vita e non è facile trovare ristoranti e bar nei paesi, anche se alcuni si stanno attrezzando. Bisognerà accontentarsi di spuntini, senza dubbio freschi e genuini, o attrezzarsi al momento della partenza. Magari, se state compiendo un viaggio in Croazia, fate rifornimento del mitico formaggio di Pag, perfetto per i vostri picnic